Il pod-ista – Puntata 5 (09/04/13)

Di che cosa parliamo quando parliamo di Indie Rock

Il cosiddetto rock indipendente nasce alla fine degli anni ‘80 come segno di rottura delle regole di produzione discografica imposte dalle grandi etichette americane e inglesi.

Gli indie rockers sono gente alla buona che sceglie la propria nicchia sonica fregandosene dei valori e dei voleri del Grande Pubblico: agli studi di registrazione preferiscono i garage, agli stadi preferiscono i piccoli locali scalcinati.

Una riproposizione della cara vecchia dicotomia tra i nudi-e-puri e i prezzolati.

Ma ahinoi il Termidoro arriva sempre ed il Mercato che ogni cosa avvince e tiene a sé alla fine ha metabolizzato anche il cosiddetto rock indipendente trasformandolo in qualcosa d’altro.

Scopriamo come: dalle origini ai giorni nostri

1 CSI – A tratti


2 Low – So blue


3 GVSB – I
n like Flynn


4
The rural alberta advantage – don’t haunt this place


5 P
ixies – Where is my mind


6 R
odriguez – Crucify your mind


7 Herman D
üne – Sunny sunny cold cold day


8 B
lack lips – Short fuse


9 A
dam green – you get so lucky



L’angolo della mistificazione

10 Sugar – changes


11 Micah P H
inson – Close your eyes


12 Kymia Dawson * Aesop R
ock – Miami advice